martedì 24 dicembre 2013

I guerrieri del Natale

Questo è un messaggio di solidarietà per tutti i colleghi che hanno lavorato nel commercio in questo pazzo periodo natalizio.

Chi lavora con il pubblico sa che il Natale porta ondate di isteria collettiva, follia, schizofrenia, maleducazione, ma ragazzi, voglio dirvi solo una cosa: E' FINITA!!!

Ecco a voi una lista di stop che potrà placare il nostro istinto omicida e far cominciare il Nostro Natale :)

domenica 22 dicembre 2013

Cine70 - Palazzo Esposizioni - Roma

Devo dire che ultimamente le mostre e gli eventi del Palazzo delle Esposizioni di Roma, sono uno più interessante dell'altre!

Se avete perso il post sulla mostra fotografica del National Geographic ecco il link, avete tempo fino al 2 marzo per rifarvi gli occhi con una raccolta fotografica impressionante!

Questo mese, in concomitanza con la mostra Anni 70 - Arte a Roma, c'è una rassegna cinematografica sul cinema di quel decennio: Cine 70.

mercoledì 11 dicembre 2013

Zurigo #1 - FREITAG Flagship Store

Si sà, Zurigo è la patria dei Rolex, dei gioielli e della cioccolata più cara del mondo, ma anche questa città così austera ed elegante nasconde qualcosa...nella parte industriale, lasciandosi alle spalle la Bahnoffstrasse dei ricconi, ci si ritrova in una Camden Town in miniatura, piena di negozietti vintage e marchi indipendenti.

Se passeggiando vi trovate di fronte, una torre di container colorati, benvenuti al flagship store di Freitag;
con stores in quasi tutte le grandi città del mondo Freitag è il simbolo del design svizzero, di borse e accessori super costosi ma con una filosofia aziendale di tutto rispetto.

Immaginate: negli anni '90 due fratelli svizzeri, i grafici Markus e Daniel Freitag, cercano delle borse super resistenti e impermeabili per i loro spostamenti in bicicletta. Poi l'idea: usare teloni colorati di autocarri e materiale riciclato di automobili e bici, così nel 1993 nella cucina dei due fratelli nasce la prima messenger: una borsa completamente riciclata e resistente.
Ora il primo modello è esposto al Moma ( Museum Of Modern Art) di New York. E ho detto tutto!

lunedì 2 dicembre 2013

L'ultima ruota del carro - Veronesi

Vi ricordate com' erano le cabine telefoniche degli anni 70?
Vi ricordate gli elettrodomestici che avevamo in casa negli anni 80?
E la carta da parati a casa della nonna?

Bene, con "L'ultima ruota del carro", film di Veronesi con Elio Germano, Ricky Memphis e Alessandra Mastronardi, (in questi giorni al cinema)  potrete rinfrescarvi la memoria.
Sceneggiatura e soggetto a parte, quello che a me ha colpito del film è l'atmosfera,  potrei quasi definirlo un genere "Vintage".

I vicoli di Trastevere negli anni 70, il Gianicolo, i bar, le terrazze con i panni stesi...è certamente una Roma ricostruita, ma è una Roma calma e meravigliosa che in pochi fotogrammi scatena nostalgia.

Le automobili, gli elettrodomestici, gli abiti, tutto mi ha riportato indietro negli anni, mi ha fatto ricordare i miei compleanni con i nonni, i miei genitori davanti la Tv per seguire la politica italiana, la Fiat Tipo grigia nuova di papà, i vestiti che mia madre ha buttato e con cui  ora potrei distruggere le fashion blogger a colpi di outfits.

Bhò... sarà che  sto diventando Vintage anche io ma, tutto questo mi ha fatto emozionare e capire che un tuffo nel passato, ogni tanto, fa bene all'animo.


Scena tratta da "L'ultima ruota del carro"

Classiche scene familiari durante i mondiali :)



Che look! :)

Quando "fare le telline" era legale!







Look anni 80 per lui
Lokk anni 80 per lei




martedì 26 novembre 2013

Momix - Alchemy

Da anni sento parlare dei Momix, dei loro spettacoli e del loro successo, ma non mi sono mai interessata più di tanto all'argomento.

Poi venerdì, grazie ad una amica (grazie Claudia!) mi ritrovo in sala al Teatro Olimpico di Roma, estasiata e stupita.

Ragazzi, questi Momix sono spettacolari! Spettacolari in tutti i sensi.

Momix è una compagnia di ballerini, acrobati, illusionisti, guidati e coreografati da un famoso sessantenne americano: Moses Pendleton.

Ormai da anni in tournée internazionali con esibizioni ispirate al tema della natura, il successo dei Momix è dovuto non solo alle capacità artistiche dei ballerini ma da quello che succede sul palcoscenico dove luci, costumi, attrezzi e corpi umani creano illusioni ottiche e figure surreali.
Giocando con questi elementi e con la musica, le esibizioni dei Momix sono esperienze plurisensoriali e lo spettatore ne è catturato. (Se non sei il mio fidanzato, è sicuro che in sala non ti addormenti!)

Già dai primi minuti di Alchemy, non riuscivo a capire se quello che vedevo sul palco era realtà o illusione, ed infatti ho subito pensato: questo Moses è un folle. Folle in senso buono: follia come creatività e divertimento. E' infatti io mi sono divertita!

In scena fino al 1 dicembre al Teatro Olimpico, lo spettacolo "Alchemy" è un richiamo ai quattro elementi fondamentali della vita: fuoco, acqua , terra e aria, uno spettacolo magico che consiglio!

Non ho potuto fare foto in sala, altrimenti avrei accecato i ballerini con il flash e sarei stata cacciata fuori a calci, ma ci sono delle foto e video sul web che potrebbero accendere la vostra curiosità! 




Momix , foto di Max Pucciariello


Momix Alchemy

Momix





domenica 24 novembre 2013

A Natale l'albero fatevelo all'Ikea

Natale 2013



Avete cominciato l'angosciante shopping natalizio?
State riempiendo i vostri armadi di regali che probabilmente non piaceranno a nessuno?
State spendendo tutti i vostri risparmi?
Vi sentite sempre più persi e anche più poveri?

Datemi retta... se  volete vivere una serena atmosfera natalizia almeno a casa vostra... lasciate da parte le lucine cinesi e  gli alberelli in plastica tossica e andate all'Ikea.

Come da un paio d'anni ormai, anche questo dicembre, Ikea mette in vendita degli abetini (VERI) alti circa 150 cm a 15 euro.

La cosa intelligente è che, finito Natale, Santo Stefano e, dopo che anche la Befana abbia fatto il suo dovere, voi questo alberello potete riportarlo all'Ikea con lo scontrino d'acquisto, così da ricevere in cambio un buono del valore dell'alberello, cioè 15 euro, da spendere fino al 2 febbraio 2014.

La cosa carina è che per ogni albero di Natale restituito, Ikea donerà 2 € al WWF, destinati a progetti forestali per le oasi WWF italiane.

Un'idea economica ed ecologica, no?

P.s. Al vaso ci dovete pensare voi!

giovedì 21 novembre 2013

Swap Party!



Vestiti, vinili, libri, film, poster, oggetti da collezione, tutto è ammesso ad uno Swap party!!!
E' da qualche anno che se ne parla, ma non tutti sanno cosa sia ed io, sinceramente, non ho mai partecipato ad un party del genere.

Swap Party significa letteralmente festa del baratto: ci si incontra da qualche parte e tra un drink e una chiacchiera si fa shopping a costo 0: tu dare me la gonna a pieghe scozzese che portavi in terza elementare (Attenzione Signore, che la mini tartan mi torna di gran moda quest'inverno) ed io dare te il colbacco di pelliccia sintetica della nonna.
Ci si può scambiare qualsiasi cosa, portando in auge la più antica forma di mercato: il baratto, e quindi fare shopping senza portafogli!

Le regole per partecipare ad uno Swap Party sono 3:
1. Ogni invitato porta qualcosa;
2. Ogni merce di scambio deve essere in ottime condizioni (le sòle non sono ammesse);
3. Divertirsi e conoscere nuova gente!

Se siete di Roma o dintorni e avete voglia di "swappare" quello che non vi piace più o quello che non vi serve più, domenica 27 novembre, nel quartiere Quadraro, in Via De Furi 25,  l'associazione culturale Via Libera e il portale http://www.vivalowcost.com  daranno luogo ad un simpatico Swat Party!

Curiosi? OK, raccogliete quello che volete barattare, leggete in regolamento qui e buon divertimento!

E voi avete mai organizzato o partecipato ad uno Swap Party?

lunedì 18 novembre 2013

Le mie tendenze autunno/inverno per Blogger We Want You!

Grazia.it chiede quali sono le tendenze hot dell'autunno/inverno 2013 ed io rispondo così!

Inizierò subito con una notizia che tendenza non è, ma vorrei lo diventasse: la meravigliosa avventura di Batkid!
Spopola su Twitter con #batkid e su tutti i social la storia di Miles Scott, un bambino di 5 anni di San Francisco, malato di leucemia, che ha realizzato il sogno di essere Batman per un giorno grazie all'associazione americana Make A Wish. Il 15 novembre la città San Francisco è stata trasformata in una pericolosa  Gotham City e con l'aiuto di 7000 volontari tra polizia, FBI, il sindaco e una fiammante Lamborghini Batmobile, il super eroe Miles con un costume da Batkid, aiutato da un attore nei panni di Batman ha salvato la città da crimini e malviventi, con tanto di complimenti di Obama!
Sapere che una città si mobilità per regalare un sorriso ad un bambino malato per me fa tendenza, anzi meraviglia!
Forza Miles!!!

Gotham City Chronicle

Foto da www.businessinsider.com

Foto da http://abcnews.go.com


Eccola l'app del momento, quella per cui stanno perdendo la testa i colossi del web: Snapchat!
Creata da due giovani universitari americani, questa nuova applicazione per smartphone, permette agli utenti registrati di scambiarsi foto e dati che dopo poco tempo si autoeliminano.
Questa semplice ma geniale idea, (ma comunque per me si parla di plagio ai danni dell'Ispettore Gadget) spopola tra i teenagers americani, tanto che si  parla di circa 50 milioni di messaggi inviati al giorno, e purtroppo sta anche accrescendo il fenomeno del sexting, ovvero lo scambio di messaggi e foto a sfondo sessuale, senza lasciare traccia. 
Snapchat sta diventando una tendenza così forte nel mercato delle applicazioni, che il proprietario Evan Spiegel, a 23 anni, ha già rifiutato l'offerta di Facebook di 3 miliardi di dollari per l'acquisizione della sua "creatura" per poi ribadire il suo No a Google che si è presentato con un'offerta di 4 miliardi.... Auguri Evan, io a 23 anni non sapevo neanche cosa fosse un'applicazione...

Snapchat

L'ultima tendenza di quest'autunno/inverno, io l'ho trovata in una sala cinematografica con il film "Vita di Adele" del regista tunisino Abdellatif Kechiche
Non a caso premiato da Spielberg e dalla sua giuria come vincitore della Palma d'Oro al Festival del Cinema di Cannes di quest'anno, Vita di Adele è uno dei film più discussi di questa stagione cinematografica.
Non voglio scrivere una recensione sul film, voglio invitarvi a vederlo... per me è sicuramente una delle pellicole più poetiche degli ultimi anni.
Si parte dal tema dell'amore omosessuale nell'adolescenza ma non si cade nel solito clichè, anzi vi ritroverete immersi in una storia vera, tra primi piani, sguardi, sofferenza e curiosità: un film sulla nascita del sentimento dell'amore e sulla bellezza.
Ragazzi, un filmone di 3 ore! 
Bravissimo il regista e bellissime e bravissime le protagoniste Léa Seydoux e Adèle Exarchopoulos 

Buona visione! :)






martedì 12 novembre 2013

National Geographic - La grande avventura

Finalmente!
Domenica ho varcato la soglia del Palazzo delle Esposizioni di Roma  per visitare la mostra fotografica dei 125 anni di storia del National Geographic.
Dopo un mese dall'inaugurazione ce l'ho fatta e l'attesa ne è valsa la pena!

Tutti conosciamo questa storica rivista e più o meno tutti conosciamo i suoi scatti fotografici più famosi e riconoscibili, ma posso garantire che trovarsi queste fotografie davanti agli occhi è tutta un'altra storia!

Il National Geographic nasce nel 1888 a Washington dal lavoro di 33 scienziati ed intellettuali e in 125 anni ha tracciato la storia del reportage fotografico, tra scoperte scientifiche, nuove tecnologie fotografiche, viaggi, scoperte geografiche come le rovine di Machu Picchu, e la prima trasvolata sul Polo Sud, tra tanta curiosità e amore per il pianeta Terra.

Scrivo questo post, per incoraggiarvi a visitare il Palazzo delle Esposioni e per condividere con voi gli scatti che ho preferito e la storia che raccontano!


Robert E. Pearly

Robert E. Pearly è stato un esploratore statunitense, questa foto è stata scattata nel 1909 in missione verso la scoperta del Polo Nord.





























Eliza Scidmore

Questa fotografia è fantastica! Scattata in Giappone nel 1900 da Eliza Scidmore, è colorata a mano per creare l'effetto "a colori". In assoluto una delle mie preferite :)


mercoledì 6 novembre 2013

Novembre: il cinema a Roma














Novembre è il mese del cinema a Roma.
Non solo per l'accreditato Festival Internazionale del Film  (per tutte le info leggete qui) ma anche per i più popolari centri culturali delle periferie della città.

I centri culturali "Elsa Morante" al Laurentino, "Aldo Fabrizi" a San Basilio e il "Gabriella Ferri" al Tiburtino hanno un organizzato un calendario di proiezioni cinematografiche quasi tutte all'italiana dai alcuni successi di Anna Magnani e Alberto Sordi  al recentissimo Sacro Gra di Rosi, vincitore del 70° leone d'oro a Venezia quest'anno.

Per il programma con tutti gli appuntamenti visitate il sito http://www.centriculturali.roma.it/ o direttamente il programma

Io dico "Bravi" ai centri culturali di Roma, per l'iniziativa, la scelta dei film, anzi dei Filmoni, al loro lavoro e alle loro attività interessanti e gratuite per tutti!





giovedì 31 ottobre 2013

Fatamorgana - Gelateria

Lo volete un gelato buono? 
Ma quando dico buono, intendo BUONO, cioè artigianale, gustoso e di qualità?

Bene... Annuntio vobis gaudium magnum habemus Gelateria!!!

Oggi, per la prima volta ho assaggiato il gelato di Fatamorgana in Via Laurina a Roma (è una traversa di Via Del Corso) e finalmente ho trovato una di quelle che sarà la mia gelateria di fiducia della capitale.

Il locale è piccino ma pieno di originalità a partire dai gusti, dai più tradizionali a quelli più "sfiziosi" con cioccolato del Sud America, pistacchi di Bronte, mandorle, tante spezie, frutta fresca e creatività dai sorbetti alla crema.

Capirete la mia indecisione davanti ad un bancone dove non sapresti da dove iniziare... ma per fortuna che in mio soccorso è arrivata Ana Maria, che vedendomi in crisi d'acquolina, mi ha praticamente fatto assaggiare tutti gusti, proponendomi abbinamenti di ingredienti e sapori. Una vera personal shopper del gelato! :)
In questo gioco di abbinamenti di gusti, anche io ho proposto il mio che Ana Maria, da vera professionista,  ha accettato di assaggiare...ma devo dire che i suoi erano molto meglio... e alla fine, dopo questa esperienza di "tasting" quando ho scelto il MIO gelato, già ne avevo mangiati tre!!!

Sono gelati dagli ingredienti genuini, freschi, tutti senza glutine e senza coloranti, sia le cialde che i gusti.
Vi assicuro che questo mix di naturalezza si sente, anzi si gusta!

La sede di Via Laurina è la sesta gelateria aperta a Roma dall'esperienza di Maria Agnese Spagnuolo, che dal 2003 con la prima gelateria a Via lago di Lesina, nel quartiere africano si è fatta notare con i suoi gelati al gusto mandorla e cardamono, cioccolato e pimento anche dal Gambero Rosso, conquistando sempre più clientela e aprendo punti vendita in diversi quartieri romani a Trastevere, Prati, Monti, Re di Roma, Piazza di Spagna e ora Via Laurina.

A questo punto, non dovete fare altro che andare sul sito http://www.gelateriafatamorgana.it/, studiare i gusti che vi stuzzicano di più, uscire di casa e mangiare un BUON GELATO!


Gusto Punch Paradise e Finocchio, miele e liquirizia
Cialde fatte in case e rigorosamente senza glutine!


Gusti di Fatamorgana

Gelateria Fatamorgana, Via Laurina, Roma

Gelateria Fatamorgana

Ingresso della gelateria Fatamorgana in Via Laurina, Roma

lunedì 28 ottobre 2013

Lee Jeffries - Homeless

Homeless, è una raccolta di fotografie, cinquanta ritratti in primissimo piano di senzatetto, outsider, emarginati della società. Volti in bianco e nero e occhi pieni di racconti.

Lee Jeffries è un giovane fotografo inglese, molto accreditato in rete; le sue fotografie, infatti, sono accessibili su Flickr, dove Jeffries ha un suo profilo personale o sul sito Looliart dove l'artista ha una propria pagina. 

Il progetto di Homeless, potrebbe essere definito un lavoro "on the road": Jeffries ha immortalato senza teleobiettivo i volti di chi vive le strade delle grandi capitali europee e americane, molte foto sono state infatti scattate a Roma, dove i senzatetto sono tantissimi! Sono 50 fotografie in primissimo piano in bianco e nero, occhi, sigarette, rughe, capelli, mani, ritratti di emarginati  e vagabondi.

Ed è proprio a Roma che dal 19 ottobre al 12 Gennaio, il Museo di Roma in Trastevere, in Piazza Sant'Egidio, ospita in prima mondiale la mostra "Homeless": un corridoio e cento occhi!

La mostra fotografica fa parte del circuito della XII Edizione del festival Internazionale della Fotografia di Roma. Vi ricordate il post?

Ma che la si visiti al museo di Trastevere o sul sito loolitart.net, non perdetevi questa raccolta fotografica!
Io mi sono appassionata, sono fotografie intense, ho avuto la sensazione che non fossi io a guardare le foto, ma i fotografati osservare me: sono ritratti che parlano!!!

Guardate qua!!!

Lee Jeffries - Homeless


Homeless - Lee Jeffries


Homeless - Lee Jeffries

Homeless - Lee Jeffries


martedì 22 ottobre 2013

Qui visse Pupone...


Metti una mattinata libera, metti una giornata di sole, metti una bicicletta: io vado a fare una passeggiata a Trastevere.
Durante la settimana mi capita spesso di girare per i vicoli di questo quartiere tra botteghe, odore di caffè e di pane appena sfornato, tavolini per strada, mi rilasso così tanto che sta quasi diventando il mio hobby preferito...
E poi una mattina, a Vicolo del Leopardo, trovo questa lastra commemorativa:

Qui visse Pupone...


Ora, io sono una gattara nell'animo e non me ne sarei mai andata via da lì senza prima documentarmi.
Pupone era un gatto rosso, anzi roscio, come si dice da queste parti, che per circa 13 anni l'ha fatta da padrone tra questi vicoli.
In poche parole se Romeo è stato er mejo gatto der Colosseo, Pupone è stato er mejo gatto de Trastevere, tanto da ricevere dai suoi proprietari un cotanto epitaffio.

Ma a Roma si sa... morto un Papa se ne fa un altro, e così da anni, portatore sano di onore è anche Leopardinho, un altro fantastico gatto rosso, signore del vicolo, nato appunto a Vicolo del Leopardo all'epoca del successo alla A.S. Roma del calciatore Cicinho, e molto probabilmente erede der Pupone, il gatto, non il calciatore!



Leopardinho

Leopardinho

Ragazzi, mi scuso per le foto sfocate al gatto, ma non sono riuscita a fotografarlo con calma, dato che ha voluto 10 minuti di coccole tutte per sè!
Ma avete visto quanta storia ci può essere in un semplice vicolo? ;)

Buona lettura!




martedì 15 ottobre 2013

Hunger Run 2013 - Roma











For English version scroll down

Segnatevi questa data: il 20 ottobre a Roma si corre per fermare la fame nel mondo.

HUNGER RUN è il nome dell'evento sportivo che prevede due maratone: una corsa competitiva di 10 Km e una non competitiva di 5 km nel cuore di Roma.
Quindi, sia se si è sportivi di indole o amanti del divano, romani o turisti, non ci sono scuse, domenica  20 ottobre si corre per "fermare la corsa della fame del mondo"e la tragedia della fame cronica e della malnutrizione che ancora affligge tantissimi paesi del mondo.

La partenza della maratona è prevista per le ore 10 allo Stadio Nando Martellini alle Terme di Caracalla con un percorso prevede un tragitto nel centro storico di Roma, con strade chiuse al traffico, punti ristoro e stands.
Per partecipare alle gare, sia la sportiva che la amatoriale, è necessario iscriversi per ricevere tutta l'attrezzatura sportiva necessaria e versare una quota di iscrizione pari a 10 euro: il totale dei proventi della HUNGER RUN 2013 sosterrà un progetto di allevamento di pollame presso la scuola agraria di Burgeg, in Sudan.

E'sempre triste e angosciante parlare di fame del mondo e se una corsa o una passeggiata possono sostenere un progetto importante non resta altro che cliccare qui e iscriversi! :)

La Hunger Run 2013 nasce dalla collaborazione della FAO (Organizzazione per l'Alimentazione e l'Agricoltura delle Nazioni Unite), IFAD (Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo), Il Programma Alimentare Mondiale e Bioversity International con il Gruppo Sportivo bancari Romani.

Per tutte le info, il programma, il percorso, le iscrizioni e i premi per i primi classificati: http://www.hungerrun.it/index.php?lang=it


ENGLISH VERSION:

Save the date: October 20th, Rome runs to stop world hunger.

HUNGER RUN is the name of the sporting event that includes a competitive race of 10 km and a non-competitive one of 5 km. So, if you are a natural sportsman or a sofa's lover, Roman or tourist, there is no excuse, Sunday, October 20th, we'll run to"stop the rush of hunger in the world",the tragedy of chronic hunger and malnutrition that still plagues many countries of the world.

The start of the marathon is scheduled for 10 am at the Stadio Nando Martellini at the Baths of Caracalla with a route in the historic center of Rome, with streets closed to the traffic, dining and stands.
To participate at the races, you need to sign up to receive all the necessary sports equipment and pay a registration fee of 10 euro: the total income of the HUNGER RUN 2013 will support a project of breeding poultry at the agricultural school of Burgeg, Sudan.

It is always sad and distressing to talk about hunger in the world and if a run or a walk can support an important project not just have to click here and sign up ! :)

The Hunger Run 2013 is a collaboration of the FAO ( Food and Agriculture Organization of the United Nazions ) , IFAD ( International Fund for Agricultural Development) , WFP and Bioversity International with The Sportive club of the Roman's banks.

For all the details, the program, the path, the entries and the prizes for the winners: http://www.hungerrun.it/index.php?lang=it



giovedì 10 ottobre 2013

Ottobrata monticiana
















Il tempo della vendemmia è finito, preparate i bicchieri che questo weekend arriva l'ottobrata monticiana!
Dall'11 al 13 Ottobre, una 3 giorni no stop di festa al Rione Monti, da via De Serperti fino alla Madonna de Monti.
Come da tradizione, anche quest'anno, il primo quartiere della città di Roma, sarà protagonista della famosa ottobrata: eventi musicali, concerti, manifestazioni culturali, negozi aperti, mercatini vintage e tanti appuntamenti enogastronomici in nome della tradizione romana.

Per il programma, che prevede eventi sia di giorno che di notte fino alle 4, visitate la pagina Facebook dell'Associazione Rione Monti e... buon divertimento!!!


ENGLISH VERSION:

The time of the grape harvest is finished, so this weekend you have to prepare the glasses: the Ottobrata Monticiana is coming!
From 11 to 13 October, a 3-day non-stop party at the Rione Monti, close to Via De Serperti until the Madonna de Monti square.
As per tradition, this year, the first quarter of the city of Rome, will be the protagonist of the famous Ottobrata: musical events, concerts, cultural events, open shops, vintage markets and many food and wine events in the name of the Roman tradition.

For the program, which includes events during the day and the night until 4am, visit the Facebook page of the Association Rione Monti and ... have fun!



lunedì 7 ottobre 2013

Sushi addicted

Ci sono quei giorni in cui la voglia di sushi mi assale. In particolare la mia è una dipendenza da rolls.
Futomaki, Hotomaki, Temaki, non so neanche riconoscerli ma li mangerei anche a merenda, come spuntino o al cinema al posto dei pop corn.
Non so perché, forse c'è qualche ingrediente a cui sono dipendente e già mi vedo prossima protagonista di "Io e la mia ossessione" su Real Time.

Fatto sta che per soddisfare questo mio bisogno primario, Roma offre una miriade di possibilità, ma io sono molto tradizionalista e per non rischiare avvelenamenti vari ho miei ristoranti giapponesi fidati.

Quando sono in compagnia e voglio fare bella figura, la mia scelta ricade su Sushisen, in via Giuseppe Giulietti 21, zona Testaccio/Ostiense; per dirla tutta ci ho portato anche i miei genitori che solo alla parola Sushi tremavano, alla fine sono usciti dal locale gonfi di tempura...

Le cose più carine di questo locale, a parte l'ottima scelta di pesce fresco, sono il kaiten, ovvero il tapis roulant sul quale circolano i piattini da scegliere e  il cuoco, un classico nonnino giapponese che prepara sushi e sashimi. Secondo me è lui che fa l'atmosfera del locale!

Quindi se anche voi siete Giappo-addicted, provate questo ristorantino e ricordate di prenotare in anticipo se non volete aspettare 3 ore in piedi prima di cenare.

E a voi piacciono sushi e sashimi?

Bon apetit! :)

japanese rolls

Mixed rolls


Roll di salmone

il cuoco del Sushisen





Sushisen 



           

                                                                                             
 ENGLISH VERSION:


There are days when the sushi's desire comes over me . In particular, the mine is a roll's dependence.
Futomaki, Hotomaki, Temaki, I can't even recognize them but i always can eat  them as snack, as breakfast or at the cinema instead of popcorn .
I don't know why, maybe I'm dependent of some ingredient ...i can see me like the next star of " Me and my obsession " on Real Time.

For this my primary need, Rome offers a myriad of possibilities, but I'm very conservative and I don't like to risk several venoms, so I have my trusty Japanese restaurants.

When I have company and I want to make a good impression, my choice is Sushisen, on Via Giuseppe Giulietti 21, Testaccio /Ostiense; to be honest I've also invited my parents there. If they shuddered at the word Sushi, at the end they  left the local full of tempura ...

The nicest things of this place, in addition to the excellent selection of fresh fish, are the kaiten, the tapis-roulant where you can choose plates and the cook, a classic Japanese grandfather who prapare sushi and sashimi. I think it's the best thing!

So if you are jappo-addicted, try this restaurant and remember to book in advance if you do not want to wait 3 hours standing before dining .
For more info: http://www.sushisen.it/

And you love sushi and sashimi ?

Bon Apetit ! :)

venerdì 4 ottobre 2013

FotoGrafia - Festival Internazionale di Roma









Cari amanti della fotografia, amici fotografi e maniaci di Istangram, dal 5 ottobre all'8 dicembre parte la XII edizione del Festival Internazionale della Fotografia di Roma.

Due mesi di festival, in collaborazione con il MACRO, il Museo d'arte contemporanea di Roma, nella sede di via Nizza, con lo scopo di promuovere, valorizzare e raccontare la fotografia contemporanea.

Tema di quest'anno è la Vacatio, intesa come sospensione o vuoto nell'atto di fotografare, come essenza, per capire quanto la fotografia possa esprimersi su terreni non reali anche grazie all'uso delle nuove tecnologie.
Il programma del Festival Internazionale di Roma prevede incontri con più di 200 fotografi, esposizioni fotografiche, mostre in diverse location della capitale e workshop professionali con importanti fotografi nazionali ed internazionali per chi lavora già nel campo; tutto sotto il segno della vacatio.

Per rimanere sempre aggiornati sugli eventi in corso, il programma del festival è disponibile sul Blog del Festival http://blog.fotografiafestival.it/

Tanti i giovani artisti, gli aspiranti fotografi e i curiosi chiamati a partecipare a questa lunga edizione del festival. 
Interessante è la collaborazione con Repubblica.it per un maggior coinvolgimento di pubblico e un concorso per i lettori invitati a sbizzarrirsi e scattare foto, seguendo il tema della kermesse, la vacatio, dal proprio punto di vista personale, politico o sociale.
Le immagini ricevute saranno valutate da una giuria di critici e fotografi e le 3 vincitrici verranno pubblicate su Repubblica.it ed esposte al Macro nell'ultima settimana del festival!

Per partecipare clicca qui!

Vi piace questa Iniziativa?


ENGLISH VERSION:

Dear photography lovers, friends, andIstangram,s maniacs, from October 5 to 8 December will start the XII edition of the International Festival of Photography in Rome.

Two months of festivals, in collaboration with the MACRO, the Museum of Contemporary Art of Rome, in Via Nizza, with to promote and show the contemporary photography.

This year's theme is the Vacatio, understood as a suspension or vacuum in the act of photographing, as the essence, to understand how photography can be expressed also on unreality to the use of new technologies.
The program of the International Festival of Rome includes meetings with more than 200 photographers, photographic exhibitions, events in many locations of the capital and professional workshops with important national and international photographers.

To stay up to date on current events, the festival program is available on the Festival's Blog: http://blog.fotografiafestival.it/

Many young artists, aspiring photographers and visitors called to participate at this long edition of the festival.
Interesting is the collaboration with Repubblica.it for a greater involvement of public and a competition for readers, invited to have fun and take pictures, following the theme of the event, the vacatio, from its own point of view, political or social.
The images received will be evaluated by a jury of critics and photographers and the 3 winners will be published on Repubblica.it and exposed to Macro for the last week of the festival!

To participate please click here!

mercoledì 2 ottobre 2013

The Universe of Keith Haring

E' da domenica che voglio scrivere questo post e ci riesco solo ora!
Si, perché voglio, anzi devo proporvi la visione del documentario: The Universe of Keith Haring di Christina Clausen, distribuito da Feltrinelli Real Musica.

E' un documentario del 2007 ma io l'ho visto solo sabato sera, grazie all'iniziativa Cinema al MAXXI e ora, sinceramente, vorrei rivederlo di nuovo.

In due, davanti uno schermo nero, ci siamo trovate catapultate in una New York anni 80 in pieno boom creativo ed economico, tra locali, artisti, deejay e gallerie d'arte. Abbastanza affascinante direi...
E non voglio fare una recensione del documentario, ma soltanto ribadire la mia passione per l'artista più esponente della Pop Art.

Sarà che io mi commuovo per ogni cosa, ma questo documentario è davvero speciale: ti fa entrare nella vita artistica e privata di un ragazzo che per la passione per i graffiti passerà dai muri delle metropolitane ad essere chiamato a disegnare sui muri delle città di tutto il mondo, lanciando il messaggio più semplice e più forte che potesse esprimere: "Mi è sempre più chiaro che l'arte non è un'attività elitaria riservata all'apprezzamento di pochi. l'arte è per tutti e questo è il fine a cui voglio lavorare".
Il documentario mostra proprio come Keith Haring abbia lavorato sopratutto per far circolare l'arte, renderla fruibile e regalarla a tutti, non solo chiusa nei musei ma viva per le strade e le piazze.
Ragazzi, Keith Haring è stato il più prolifico di tutto il XX secolo, se tu gli chiedevi un'autografo lui ti faceva un murale sul foglio di carta... dove ogni disegno è un messaggio d'amore.

Ci sono sue opere ovunque, per fortuna qualcosa anche in Italia: a Pisa c'è in ottimo stato e super conservato il murale "Tuttomondo", dedicato alla pace, sul muro della Chiesa di Sant'Antonio Abate!
A Roma, dove sono più furbi, diciamo così, c'era un graffito sullo zoccolo del Palazzo delle Esposizioni ma è stato cancellato nel 1992 per pulire la città per le solite visite politiche, e un altro lungo 6 metri sul tratto della metropolitana A tra Flaminio e Lepanto, quando la metro emerge in superficie, sul muro trasparente del Ponte Pietro Nenni. Che facciamo lo conserviamo? ma cancelliamo tutto, no!?!
Ma questa è un'altra triste storia.

Ora non vi resta che... una buona visione!

E voi, che ne pensate? :)





ENGLISH VERSION:

I wanted to write this post on Sunday and I can just now!
Yes, because I need to write about the documentary :The Universe of Keith Haring by Christina Clausen, distributed by Feltrinelli Real Music .

It 's a 2007 documentary but I've only seen it on Saturday night, thanks to the Cinema at the MAXXI and now, I would like to see it again .

Maybe because I 'm moved by everything, but this documentary is very special : it gets you into the artistic and private life of a boy, who with his passion for graffiti will grow up from subway walls to be called to draw on the walls of the big cities around the world, launching the simpler and stronger message that he could express : "that art is not an elitist activity reserved for the appreciation of a few, art is for everyone and I want to work for it. "
Guys, Keith Haring was the most prolific of the entire twentieth century , if you asked him for a sign he made ​​you a mural on the sheet of paper ... where each symbol is a message of love .

There are his works everywhere, fortunately something in Italy: in Pisa there is super preserved the mural "Tuttomondo", a peace message, on the wall of the Church of Sant'Antonio Abate!
In Rome, where we are very smarte..,there was a graffiti on the base of the Palace of Expositions, but it was canceled in 1992 to clean up the town for the usual political visits, and another one, 6 meters long on the stretch of the A line underground between Flaminio and Lepanto, when the train comes to the surface, on the transparent wall of the Ponte Pietro Nenni . What do you want treasure? Delete everything, isn'it!?!
But that's another sad story .

Now you just need to ... a good viewing!

And you, what do you think ? :)



domenica 29 settembre 2013

Kissotto - Un bacio lungo un mese


Pronti per un bacio lungo un mese?
Ad Ottobre tutti gli internauti si uniranno in un bacio lungo un mese!
E' semplicemente un Gioco donazione che coinvolgerà gli utenti del web chiamati a donare un bacio sul sito www.kissotto.it.

Kiss Otto è una speciale raccolta fondi on line che dal 1 al 31 Ottobre girerà su sul web, promossa dalla Onlus Noi per Voi per il Meyer, associazione che supporta i bambini del reparto di emato-oncologia dell'ospedale pediatrico di Firenze!

Il meccanismo è tanto semplice quanto virale: vai sul sito www.kissotto.it, prepari il tuo passaporto da kiss giver, doni 1 euro, condividi la tuo foto sui social e regali un sorriso ad un bambino del Meyer :)
Se raccogli più likes, ogni settimana si può vincere un premio messo a disposizione dei partners dell'iniziativa, tra cui Nomination, Pucci, Ermanno Scervino, Patrizia Pepe e altri.

Che state aspettando?

Baciamoci!

Claudia
Ambasciatrice Kiss Otto

Per maggiori info: http://youtu.be/yaa5ttRCuOs

Grazie a www.pressme.it!




martedì 24 settembre 2013

Taste of Roma

Pronti per quattro giornate di "gusto" no stop?

Dal 26 al 29 settembre, all'Auditorium Parco della Musica di Roma, accoglierà "Taste of Roma", la tappa romana dei Taste Festivals che ogni anno si svolgono in diverse capitali del mondo.

Saranno quattro giorni di gastronomia con un programma che comprende corsi di cucina aperti al pubblico, showcooking (che solo il nome fa figo), degustazione di vini e un menù di 36 piatti proposti dai 14 ristoranti più rinomati di Roma, il tutto nel giardino pensile dell'Auditorium. Anche chiè celiaco avrà i suoi bei piatti da gustare!

Per l'ingresso ci sono differenti tipologie di biglietto, quello standard costa 16 Euro e si può scegliere per la sessione Day o Night e comprende le varie attività. Il biglietto si può comprare direttamente dal sito e per scegliere il giorno e il menù che vi interessa di più, su Taste of Roma, c'è la sezione programmi divisa per giorno con i vari appuntamenti. Mi raccomando prenotate le attività che vi interessano di più, altrimenti rimarrete a bocca asciutta... per restare in tema.

All'ingresso, bisognerà fare un cambio di valuta, da Euro in Sesterzi con cui comprare i vari piatti e bevande: stile braccialetto dei villaggi vacanze, per capirci...

Sia chi è appassionato di cucina o a chi piace de magnà, con Taste of Roma, potrà partecipare al più importante Restaurant festival della Capitale.

Buon appetito!




ENGLISH VERSION:

Ready for four days of "taste" non stop?

From September 26 to 29, at the Auditorium Parco della Musica in Rome, there'll be "Taste of Rome", the Roman stop over of Taste Festivals that take place every year in different capitals of the world.

Four days of food with a program that includes cooking classes open to the public, show cooking (only the name is cool ;)), wine tasting and a menu of 36 dishes from 14 of the most important restaurants of Rome, in the  Auditorium's roof garden. 

For the entrance there are different types of tickets, the standard costs 16 Euro and you can choose for the Day or Night sessions and it includes various activities. I suggest to book the activities that most interest you, otherwise you will remain high and dry ... to stay on topic :). You can buy the ticket on line and choose the day and the menu that interests you most. On the web site there is a section divided  day by day with various activities and menù.

At the entrance, you will need to do a currency exchange, from Euro in Sesterzi, with which to buy the various dishes and drinks:  holiday village style, so to speak ...

Whether you are a cooking enthusiast or you like to eat, with Taste of Rome, you could attend the most important Restaurant festival of the capital.

venerdì 20 settembre 2013

LunEur - Next Opening

Avete presente la ruota panoramica che si vede percorrendo Via Cristoforo Colombo?
E' una ruota panoramica ferma, quasi triste, simbolo del parco divertimenti più antico d'Europa, inaugurato nel 1953.
Ebbene, questa ruota panoramica ha smesso di girare nel 2008, quando il parco ha chiuso per i soliti motivi economici e sopratutto politici, per me inutili da trattare, lasciando famiglie senza lavoro e un' area totalmente abbandonata e in pieno degrado.

Eppure, LunEur, che prende il nome dal quartiere in cui è situato, l' Eur, è stato per decenni la Mecca dei divertimenti per tutti i ragazzini del centro e del sud Italia, troppo lontani dai famosi parchi del Nord.
Ricordo ancora la gioia che provai quando la scuola elementare di Caserta che frequantavo, organizzò una gita a Roma con tappa al LunEur:  la mattina della partenza mi svegliai con una varicella virulenta trasmessami dal mio amato fratello minore... Ciao gita...

Nonostante ricordi che hanno rovinato un'infanzia e rapporto familiare, la bella notizia è che proprio ieri ho letto da fonte Roma Capitale News, che i cantieri del parco sono stati riaperti per la bonifica e la messa in sicurezza dell'area.
Ora, se tutto andrà bene tra i vari amministratori delegati delle società implicate nei lavori, il municipio IX e le varie concessioni... "Utopia" di Thomas More è più realistico... il parco divertimenti riaprirà le sue porte nella primavera 2014.

Vi avviserò quando rivedrò quella ruota girare!

da www.parksmania.it 

ENGLISH VERSION:

Do you know the Ferris wheel that you see along Via Cristoforo Colombo?
It 'a Ferris wheel stops, almost sad, symbol of the European oldest entertainment park, opened in 1953.
Well, this Ferris wheel has stopped spinning in 2008, when the park closed for economics and politics reasons, leaving families without work and an abandoned area.

LunEur (which takes its name from the district in which it is located, the Eur) in the past was the "Mecca" of entertainment for children of the Center and South Italy, too far from the famous parks of the North.
I still remember the joy I felt when the primary school in Caserta, organized a trip to Rome with a stop at Luneur: the morning of departure I woke up with a virulent chicken pox trasmitted via my nice brother ... Bye bye trip ...

Despite that sad childhood memories and family relationship, the good news is that just yesterday I read from source Roma Capitale News, that the yards of the park were reopened for the reclamation and the safety of  the area.
Now, if all will be ok between the various CEOs of the companies involved in the works, the municipality and the various concessions ... "Utopia" by Thomas More is more realistic .. the park will reopen in spring 2014.

I'll let you Know when I shall see that wheel spin!

martedì 17 settembre 2013

Cinema al MAXXI - Roma

Basta con il triste appuntamento fisso in palestra: quest'autunno non prendete impegni per il mercoledi e il sabato almeno fino al 6 Novembre.

Perché?

Semplice, Fondazione Cinema per Roma e MAXXI hanno organizzato, dal 14 settembre al 6 novembre, quasi due mesi di grande cinema tra proiezioni di film e documentari, incontri con registi e conferenze. La sede degli incontri è all'Auditorium MAXXI, in Via Guido Reni 4. 

Tutta la programmazione è divisa in tre sezioni:
- "I dimenticati - Grandi autori e film italiani da ritrovare". ( In assoluto i miei preferiti!)
- "Incontri con uomini e donne eccezionali - Film documentari in lingua originale";
- "MAXXI Anteprime - Film d'autore in esclusiva";

Ecco il programma degli eventi: Programma MAXXI!
Credo che di sabato non me ne perderò uno! Anzi ne approfitto per avvisare i miei colleghi che per un bel pò di sabato latiterò a lavoro! Tiè! ;)

Gli eventi sono cominciati sabato 14, ma si può recuperare con un calendario davvero interessante!

Il biglietto intero costa 5 Euro e si può acquistare direttamente presso la biglietteria del MAXXI o su ticketone.it.

Buona Visione!




ENGLISH VERSION


Stop to the sad classes of gym, don't take apointments for this fall on Wednesdays and Saturdays until November 6th. (If you are in Rome)

Why?

Because, Fondazione Cinema per Roma and MAXXI organized, from September 14 to November 6,
 two months of great cinema between films, reportages, interviews with filmmakers and conferences.

All the programm is divided into three sections:
- "The Forgotten - Great authors and Italian films." ( my favorite!)
- "Meetings with exceptional men and women - Documentary films in original language";
- "MAXXI Previews - new films in exclusive";

Here is the schedule of events: MAXXI Program!
I believe that I'm going to enjoy all the Saturday! Indeed, with this post I warn my colleagues that for some Saturday i will disappear at work! :)

The events began on Saturday 14, but you can recover with a calendar really interesting!

The ticket is 5 Euro and you can buy it directly at the MAXXI or on www.ticketone.it.


Enjoy!